Cosmetica nel piatto

on Sabato, 11 Febbraio 2012. Posted in Alimentazione

Cosmetica nel piatto

Curare viso e corpo con gli alimenti che amano la pelle Oltre alle diete mirate l'epidermide si cura anche con nuovi prodotti che includono nutrienti "comuni" Contaminazioni tra cibo e cosmetici: è il nuovo trend anche per la cura della pelle. Da un lato: prodotti per viso e corpo che, sempre più numerosi, includono nella formula fitoderivati da piante commestibili e principi provenienti da nutrienti di consumo abituale, come latte, miele, cioccolato, estratti con sofisticate tecnologie che ne preservano purezza ed efficacia. Dall'altro: la scoperta - o riscoperta - dell'importanza di nutrire e curare la cute anche dall'interno, con una dieta mirata e, ove necessario, con integratori ad hoc.

«Seguire un'alimentazione completa ed equilibrata e, nell'ambito di questa, fornire alla pelle elementi indispensabili a mantenere tono ed elasticità, è un principio assimilato da tempo. L'elenco dei nutrienti e micronutrienti ad effetto antiage specifico e aspecifico presenti sia negli alimenti, sia in integratori e in molti cosmetici, è lunghissimo. Basti citare, per esempio, la vitamina C, contenuta in molti vegetali, che stimola la produzione di collagene ed elastina - le fibre di "sostegno" della pelle - e gli acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6 del pesce e di diversi oli vegetali, che, tra l'altro, mantenendo fluide le membrane delle cellule ne contrastano l'invecchiamento», ricorda Damiano Galimberti, specialista in Scienza dell'alimentazione e presidente dell'Associazione medici italiani antiaging. Sulla scia di agire sulla pelle anche attraverso l'alimentazione si sta sempre più affermandola figura, quella del "dermonutrizionista". «Al dermatologo oggi è richiesta una competenza che spazi dalle conoscenze anatomiche a quelle fisiologiche della pelle. Si apprezza un professionista che sappia intervenire non solo con trattamenti esterni, ma dispensi anche consigli alimentari calibrati alle specifiche problematiche, che possono essere prettamente estetiche o anche di salute; è il caso, per esempio, di malattie come la psoriasi o la dermatite seborroica, nelle quali l'alimentazione ha un ruolo basilare», osserva Marcella Ribuffo, dermatologa dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata di Roma. L'associazione cibo e cosmetici, tra l'altro, è una strada intrapresa anche dalle grandi industrie alimentari, con l'offerta capillare di alimenti funzionali, arricchiti o supplementati di uno o più elementi, per esempio di vitamine del gruppo B e di minerali nei cereali per la prima colazione, oppure di antiossidanti, come il Coenzima Q10 e la vitamina E.. Di più: oggi si mira a coniugare alimentazione e benessere/bellezza dell'epidermide, come stanno facendo numerose ditte del settore alimentare, ad esempio negli yogurt con un mix di elementi naturali benefici per la pelle