IL CORAGGIO DI VIVERE

on Venerdì, 13 Dicembre 2013. Posted in Il Coraggio di Vivere

PARLARSI ADDOSSO

Molto spesso il linguaggio non rappresenta il sentire autentico. Con le parole è possibile nascondere e mimetizzare la paura, la vergogna, il ricatto, la sopraffazione... è possibile confondersi e, a sua volta, disorientare. Affinché la nostra dimensione psichica e spirituale possa evolvere, è fondamentale il confronto e la comunicazione, ma il parlare dovrebbe essere sincrono e sincero con il sentire, qualunque esso sia. Purtroppo la perdita di sé, della propria integrità, sotto la pressione delle aspettative sociali e dei modelli educativi ci costringe, fin da piccoli, a rappresentarci per quello che non siamo e non sentiamo, anzi, spesso, a vergognarci di quello che siamo e di quello che sentiamo. Tutto questo si traduce, in termini personali, in profonde disarmonie e in incomprensibili sofferenze, che si riversano poi nel mondo delle relazioni, creando ulteriore confusione. Si finisce così per conservare e congelare un mondo profondo, in uno stato infantile, credendo che bastino poi le parole, dette a noi stessi o agli altri, per essere credibili e affidabili, capaci di decisioni, di coerenza e di responsabilità.

Per visualizzare l'intero articolo :

http://www.corradoceschinelli.com/?p=293